Emergenze in odontoiatria e pronto soccorso: guida, kit di pronto soccorso

Molti dentisti hanno dovuto affrontare cure di emergenza nel loro lavoro. Prima di iniziare il trattamento terapeutico o chirurgico, il medico deve scoprire dal paziente la presenza di malattie croniche e reazioni allergiche all'anestesia.

Se il paziente è a rischio, il trattamento viene eseguito con la massima cura. In caso di complicanze, il dentista deve essere pronto a prestare assistenza in caso di emergenza e avere a portata di mano il necessario set di medicinali.

Contenuto

  • Chi è a rischio
  • Kit di pronto soccorso nello studio dentistico
  • Emergenze e pronto soccorso
  • Quando è necessario un trattamento odontoiatrico di emergenza

Chi è a rischio

Una condizione critica è una combinazione di fattori che richiedono cure mediche immediate o ospedalizzazione. Il gruppo a rischio comprende persone con le seguenti patologie:

  1. Disturbi mentali, in relazione ai quali è necessario assumere potenti farmaci (tranquillanti, antidepressivi). In questo caso, sono necessari altri metodi di anestesia.
  2. Malattia cardiovascolare. Il paziente deve necessariamente parlare dei farmaci assunti che influenzano lo stato del sangue.
    instagram viewer
  3. Insufficienza renale - I pazienti con queste condizioni sono più suscettibili all'anestesia.
  4. L'ipertiroidismo è una patologia della ghiandola tiroidea che può causare sanguinamento.
  5. Insufficienza polmonare: tutte le procedure odontoiatriche vengono eseguite per tale paziente solo in ambiente ospedaliero.
  6. Reazioni allergiche sulla componente costitutiva dell'anestesia. Si manifesta sotto forma di arrossamento, mancanza di respiro e shock anafilattico.
  7. La porfiria è una malattia del metabolismo dei pigmenti. Il sollievo dal dolore deve essere effettuato solo con l'uso di un anestetico amidico.

Kit di pronto soccorso nello studio dentistico

Lo studio dentistico dovrebbe essere dotato di un kit di pronto soccorso con farmaci che vengono utilizzati in caso di complicanze. Il kit di emergenza dentale contiene:

  1. Benadryl è un antistaminico che blocca l'istamina nel corpo.
  2. Farmaco antiallergico: indebolisce l'effetto negativo del farmaco.
  3. Una siringa con epinefrina è un ormone che provoca la produzione di midollo nelle ghiandole surrenali.
  4. Aspirina - un farmaco non steroideo con effetti analgesici e antipiretici.
  5. Una cartuccia di ossigeno è necessaria per ripristinare la respirazione nel corso della sua violazione.
  6. Mezzi con un alto contenuto di zucchero - utilizzati nel corso dell'abbassamento dei livelli di zucchero nei pazienti diabetici.
  7. La nitroglicerina in diverse forme di rilascio - viene utilizzata con un forte aumento della pressione intracranica, edema polmonare, infarto miocardico.
  8. Broncodilatatori - applicati a pazienti con asma e broncospasmo.

Ogni dentista deve avere le competenze per fornire cure di emergenza.

Emergenze e pronto soccorso

Gli interventi del dentista, come tutti gli altri, possono provocare un'esacerbazione di malattie classificate in:

  • non iatrogeni - possono svilupparsi da soli, cioè senza colpa di uno specialista;
  • iatrogeno - associato alle azioni sbagliate del medico.

La tabella descrive le principali condizioni per le quali è necessario un aiuto urgente.

Emergenze e sintomi Primo soccorso Effetti
Svenimento:
  • pallore;
  • violazione della coscienza;
  • debolezza;
  • un forte calo della pressione sanguigna.
  1. Inclinando la parte superiore del corpo verso il basso - questo aiuta a migliorare la circolazione sanguigna.
  2. Porta al naso un tampone imbevuto di ammoniaca.
  3. Prendi Validol.
Un leggero svenimento rimane senza conseguenze, ma per evitare problemi di salute globale, puoi essere esaminato.

L'incoscienza prolungata può portare a:

  • compromissione della memoria;
  • affondamento della lingua;
  • coma.
Convulsioni:
  • perdita di conoscenza;
  • allucinazioni;
  • disturbi del movimento.
  1. Stendi il paziente, metti un rullo sotto le scapole.
  2. Fissa la lingua.
  3. Iniettare Relanium per via endovenosa e Prednisolone.
  1. Stabilire una diagnosi di epilessia.
  2. Aumento delle convulsioni.
Crisi ipertensiva:
  • male alla testa;
  • pallore;
  • nausea;
  • febbre.
  1. Nifedipina sotto la lingua.
  2. Lasix per via endovenosa.
  3. Chiamare un'equipe medica.
  1. Spasmo dei piccoli vasi.
  2. Interruzione del lavoro degli organi interni.
Edema di Quincke:
  • tosse che abbaia;
  • gonfiore della mucosa;
  • cianosi.
  1. Chiamare un'ambulanza.
  2. La posizione orizzontale del paziente con un cuscino sotto il collo.
  3. Iniettare adrenalina e difenidramina.
  4. Con l'aumento del soffocamento, è necessaria una puntura della trachea.
  • dolore addominale;
  • cistite;
  • Morte.
Infarto miocardico:
  • sensazioni dolorose della durata di 10 minuti, che si irradiano al braccio sinistro e alla mascella inferiore;
  • mancanza di effetti positivi della nitroglicerina;
  • una forte diminuzione del livello di pressione.
  1. Riposo completo in posizione orizzontale.
  2. Nitroglicerina ogni 2 minuti.
  3. Introdurre Fentanyl e Lidocaina per via endovenosa.
  • trombosi;
  • edema polmonare.
Coma:
  • tremore;
  • l'odore di acetone in bocca, ma può essere assente;
  • perdita di conoscenza.
Può essere causato da un aumento dei livelli di zucchero nel sangue o viceversa. Le azioni dipendono dalla diagnosi.

Con il coma iperglicemico, è indicato il ricovero urgente.

Nel coma ipoglicemico è necessaria urgentemente glucosio per via endovenosa.

  1. Incapacità di muoversi e parlare.
  2. Diminuzione della vigilanza.
  3. letargia.
Lo shock anafilattico è una reazione allergica complessa:
  • violazione del ritmo della respirazione;
  • vomito e nausea;
  • un forte calo di pressione;
  • mancanza di polso;
  • prurito.
  1. Rimuovere l'allergene.
  2. Iniettare adrenalina.
  3. Applicare un farmaco per aumentare la pressione sanguigna.
  4. Introdurre antistaminici e anticonvulsivanti.
  1. Violazione degli organi interni.
  2. Morte.
Morte clinica:
  • perdita di coscienza per lungo tempo;
  • mancanza di polso;
  • mancanza di reazione degli occhi alla luce
  1. Chiama un'ambulanza.
  2. Mettere il paziente in posizione orizzontale.
  3. Rimuovere gli indumenti dal petto.
  4. Fai un massaggio cardiaco in combinazione con una serie di misure per iniziare a respirare attraverso i polmoni.
Dipende dalla quantità di tempo trascorso incosciente:
  1. Se meno di 4 minuti, non ci saranno conseguenze.
  2. In caso contrario, perdita delle funzioni vitali e morte.

Altre condizioni che richiedono cure urgenti:

  1. Rischio di aborto spontaneo. I sintomi includono: vertigini, dolore al basso ventre, secrezione. L'unico aiuto sarà sdraiato in posizione orizzontale con ghiaccio sullo stomaco e ricovero urgente nel reparto ginecologico.
  2. Asma, i cui sintomi sono soffocamento con respiro sibilante, prurito al naso, perdita di coscienza. Aiuto: rimuovere il più possibile l'allergene, aprire finestre e porte, slacciare i vestiti. Introdurre: Eufillina per via endovenosa, Prednisolone per via intramuscolare.
  3. L'angina è accompagnata da dolore e improvvisi sentimenti di ansia e paura. Le sensazioni dolorose che si irradiano alla scapola durano 15 minuti prima di assumere il medicinale. Aiuto: assunzione di nitroglicerina, accesso all'ossigeno. Se l'assunzione del farmaco non ha aiutato, è necessario iniettare Analgin e soluzione salina per via endovenosa.
  4. Sanguinamento. Segni: sanguinamento multiplo dopo l'iniezione. Tattica d'azione: iniezione endovenosa di plasma, mettere un tampone nella ferita, iniettare cloruro di calcio per via endovenosa.
  5. Il collasso è una perdita a breve termine del tono vascolare. I sintomi sono mancanza di ossigeno, debolezza, aumento della frequenza cardiaca. Azioni: sdraiare il paziente, le gambe dovrebbero essere molto più alte della testa; iniettare farmaci che contribuiscono alla vasocostrizione; monitorare la pressione sanguigna e il polso.

Il dosaggio dei farmaci è determinato dal medico, dipende dalle condizioni iniziali, dal peso e dall'età.

Quando è necessario un trattamento odontoiatrico di emergenza

Le cure dentistiche di emergenza sono necessarie se:

  1. Gengive gonfie accanto a un dente: questo può portare a gengiviti, lesioni meccaniche.
  2. Ulcere della bocca. Possono essere causati da varie infezioni che devono essere trattate una volta diagnosticate.
  3. dente scheggiato o perdita di riempimento. La mancata fornitura di assistenza in tempo può portare a ipersensibilità e carie.

Un'emergenza dentale è importante in altri casi:

  • fistolaformato nella gomma;
  • mal di denti acuto;
  • gengive sanguinanti.

Quando si visita il dentista, è necessario informare immediatamente dei farmaci che si stanno attualmente assumendo e del dosaggio. Se stai attualmente riscontrando mal di testa, sangue dal naso, devi anche informare il medico di questo. Ciò ridurrà il rischio di sviluppare condizioni critiche.

Alla reception, dovresti informarti sulla disponibilità di fondi per il primo soccorso in caso di deterioramento. L'ulteriore stato di salute umana, e in alcuni casi anche la vita, dipende dalla tempestiva fornitura di assistenza al paziente.

Il sito è solo a scopo informativo. Non automedicare in nessun caso. Se scopri di avere sintomi di malattia, contatta il medico.

  • Oct 28, 2021
  • 50
  • 0