FIVET con donatrice di ovociti: quando e perché scegliere questo servizio

click fraud protection

Nel nostro tempo, quando i problemi con il concepimento e l'infertilità sono diventati più comuni, molti coniugali le coppie cercano aiuto dai metodi di inseminazione artificiale, anche in vitro fecondazione. La fecondazione in vitro è diventata uno dei metodi più efficaci di assistenza riproduttiva nei casi in cui una donna non è in grado di concepire naturalmente per una serie di motivi. La fecondazione in vitro è più spesso raccomandata per:

  • bassa riserva ovarica, quando è difficile raggiungere l'ovulazione naturale con un uovo adatto al concepimento;
  • patologie delle tube di Falloppio - ostruzione, assenza;
  • infertilità di origine sconosciuta;
  • malattie genetiche, quando è necessaria la diagnostica prima dell'impianto dell'embrione;
  • fattore cervicale di infertilità;
  • bassa attività spermatica in un partner;
  • l'impossibilità di commettere un rapporto sessuale standard;
  • endometriosi e adenomiosi e così via.

La fecondazione in vitro è una procedura che prevede il concepimento di un bambino in laboratorio e quindi l'introduzione di un embrione in coltura nell'utero della donna per la gravidanza. Questa procedura viene eseguita quando altri trattamenti per la fertilità si sono dimostrati inefficaci o impossibili per vari motivi. Ma cosa succede se a una donna mancano uova funzionanti o ha qualche motivo genetico o somatico per cui non può usare le sue uova? In questo caso, la fecondazione in vitro con un uovo donato viene in soccorso.

instagram viewer

Un ovulo donatore viene utilizzato nei casi in cui una donna per qualche motivo non ha ovuli sani e adatti alla fecondazione. Queste ragioni possono essere diverse: limiti di età, menopausa precoce, rimozione chirurgica delle ovaie o malattie genetiche ereditarie che possono essere trasmesse eredità.

Uno dei principali fattori che determinano la necessità di utilizzare un uovo donato è l'età della donna. Dopo i 35 anni, il numero e la qualità degli ovuli in una donna iniziano a diminuire, il che rende difficile il concepimento e aumenta il rischio di varie anomalie genetiche in un potenziale bambino. Pertanto, molte donne di età superiore ai 35 anni si rivolgono a un ovulo donatore per aumentare le possibilità di concepimento riuscito e la nascita di un bambino sano. Soprattutto se la tua riserva ovarica è quasi esaurita e anche la stimolazione non darà i risultati desiderati.

Inoltre, in alcuni casi, una donna può avere una patologia delle ovaie o di altri organi del sistema riproduttivo, che rende le proprie uova inadatte alla fecondazione. Ad esempio, ciò può essere dovuto a squilibri ormonali, infiammazioni ovariche, malattie ereditarie e altri problemi nel sistema riproduttivo.

Di regola, per FIVET con un ovulo donato, utilizzando ovociti di donne giovani e sane sottoposte a test medici e genetici preliminari. Ciò consente di aumentare le possibilità di una gravidanza di successo e la nascita di un bambino senza anomalie genetiche. Tali ovociti subiscono il criocongelamento e vengono immagazzinati nella banca riproduttiva del materiale genetico.

Per utilizzare il servizio di fecondazione in vitro con un ovulo donato, così come qualsiasi altro metodo per aiutare l'infertilità, una coppia sposata o una donna deve sottoporsi a una consultazione preliminare con uno specialista della riproduzione. Durante la consultazione, il medico parlerà dell'intera procedura, risponderà a qualsiasi domanda, effettuerà una visita medica e prescriverà studi appropriati per valutare lo stato del sistema riproduttivo.

Vale la pena notare che l'uso di un ovulo donato non è l'unico modo per aiutare una donna o una coppia a risolvere i problemi di infertilità. Oltre alla fecondazione in vitro con un ovulo donato, esistono altri metodi, ad esempio la maternità surrogata, ma se una donna può e vuole partorire il bambino da solo, allattarlo, quindi la fecondazione in vitro con un ovocita donatore sarà l'ideale opzione.

Riassumendo, possiamo dire che la fecondazione in vitro con un donatore di ovuli è un metodo per aiutare con l'infertilità, che può essere efficace nei casi in cui la donna non ha ovuli propri o sono qualitativamente inadatti alla fecondazione, ma può e vuole partorirne uno sano da sola bambino.

Le informazioni e i materiali su questo sito sono forniti solo a scopo informativo. Non dovresti fare affidamento sulle informazioni come sostituto di un effettivo consiglio, assistenza o trattamento medico professionale.

  • Jul 22, 2023
  • 83
  • 0