Nutrizione per l'ipotiroidismo

L'ipotiroidismo è una malattia problematica che ha molti sintomi spiacevoli diversi ed è irto di conseguenze molto gravi. Al fine di migliorare la condizione e controllare il decorso della malattia, è necessario applicare una serie di misure aggiuntive oltre al trattamento stesso. Una di queste misure può essere considerata una dieta speciale, che non è molto difficile da rispettare, ma può migliorare sensibilmente il benessere.

Regole nutrizionali per l'ipotiroidismo

Esistono numerose regole fondamentali obbligatorie per questa malattia.

  • La prima regola riguarda l'uso di alimenti che contengono proteine. Nel caso dell'ipotiroidismo, è necessario aumentare il numero di tali prodotti nella dieta. La proteina è la sostanza principale che supporta il metabolismo nel corpo.
  • Affinché il benessere rimanga soddisfacente, è necessario mantenere un equilibrio ottimale dell'assunzione di nutrienti e controllare il normale metabolismo.È utile mangiare pesce e altri frutti di mare, carne magra, noci, latte e, in linea di massima, latticini. Non è raccomandato per ricostituire le proteine, ci sono carni grasse e pesce, piuttosto danneggerà il corpo.
    instagram viewer
  • È inoltre necessario escludere tipi di alimenti di solito attraenti come fast food, pasticcini e altri tipi di alimenti saturi di carboidrati semplici. L'uso di tali prodotti sconvolge i processi del metabolismo nel corpo, porta a squilibri e deterioramento del benessere.
  • Si consiglia inoltre di limitare la quantità di fluido consumato al giorno. Nel caso dell'ipotiroidismo, una grande quantità di acqua consumata porta ad un aumento dell'edema e ad un generale peggioramento del benessere. Bere non più di 1,5 litri di liquidi al giorno.
  • Inoltre, la dieta dovrebbe includere fibre, che contribuiscono alla regolazione e alla normalizzazione dei processi digestivi nel corpo.
  • È anche utile bere una tazza di caffè al mattino. Vale la pena notare che in questo caso stiamo parlando di caffè macinato naturale e non di caffè solubile. Il tè non è raccomandato
  • Un prerequisito è il monitoraggio costante del contenuto di colesterolo nel sangue. Per limitare il suo consumo, è necessario limitare il contenuto dei tuorli nella dieta, la maggior parte dei dolci( ad esempio, latte condensato, gelato), salsicce, patatine e altri cibi grassi.

Il rispetto di queste semplici regole manterrà buone condizioni fisiche e contribuirà a migliorare l'efficacia del trattamento. Diete terapeutiche

  • Mar 18, 2018
  • 30
  • 626